Templates by BIGtheme NET
Home / Sport / Serie A: il big match alla Juve! È bagarre nelle zone Champions e salvezza

Serie A: il big match alla Juve! È bagarre nelle zone Champions e salvezza

image_pdfimage_print

La Juventus vince il big match casalingo. La zona Champions e la lotta per la salvezza si arricchiscono di nuovi protagonisti, quali, rispettivamente, la Roma e il Frosinone, nonostante  un distacco che fino a poco tempo fa era ritenuto incolmabile. Sale la Fiorentina, delude l’inter, in coda le genovesi stanno scherzando col fuoco. Caos Palermo: Zamparini richiama Iachini.

Il big match della serie A

L’undici agli ordini di Max Allegri riesce a superare il Napoli nel big match, grazie ad un goal nel finale di Zaza, e centra il 15imo successo di fila, portandosi a sole due vittorie dal record stabilito dall’Inter, che nella stagione 2006/07 riuscì ad ottenere i 3 punti per 17 partite consecutive. È stato un match equilibrato con pochissime occasioni da goal, i Bianconeri hanno avuto il merito di inaridire le fonti di gioco avversarie, mentre il Napoli, anche per la serata no di Higuain, non è riuscito mai ad esprimersi ai livelli cui ci aveva abituati. Buffon si conferma insuperabile: nel 2016, in Campionato, è stato battuto in un’unica circostanza, ovvero da Cassano a Marassi contro la Samp (rete per altro ininfluente ai fini del risultato, vista la vittoria della Juventus per 2 a1). D’altronde la storia del nostro Campionato ci insegna che alla lunga prevalgono sempre le squadre con la miglior difesa. Il risultato non dovrebbe pregiudicare le possibilità degli azzurri di conquistare il titolo, tuttavia le parole di Sarri, che nel post partita ha definito la Juventus una squadra di un altro pianeta, suonano quasi come una resa.

Aumentano le pretendenti alla zona Champions.

In zona Champions salgono le azioni di Fiorentina, Roma e Milan. A Firenze va in scena la partita più importante della Domenica, l’Inter soffre la maggiore brillantezza della Fiorentina che nonostante abbia chiuso il primo tempo sotto di un goal, riesce a rimontare grazie ad un secondo tempo che l’ha vista padrona del campo, salendo così al terzo posto in classifica con 49 punti, relegando l’Inter al quinto posto, superata anche dalla Roma. I Nerazzurri confermano il trend negativo che nel girone di ritorno li vede ancora a secco di successi, gli Uomini di Mancini non vincono in Campionato ormai dal lontano 6 Gennaio.
La Roma sembra essersi lasciata la crisi alle spalle e, in seguito alla quarta vittoria consecutiva, si avvicina alla gara contro il Real Madrid col morale alle stelle. I Giallorossi, grazie ad un ottimo secondo, tempo piegano il Carpi e si candidano pesantemente alla conquista del terzo posto utile per accedere al preliminare di Champions legue. Spalletti, per centrare l’obiettivo, sembra poter contare anche su un ritrovato Edin Dzeko, autore di una prestazione ottima sotto il profilo della qualità e della quantità. Il Milan dà un calcio alle polemiche e conquista altri tre punti disputando una gara molto convincente. Bacca si conferma un vero cecchino dell’area di rigore, ma anche difesa e centrocampo si dimostrano in grande crescita, ma per Mihajlovic le buone notizie non finiscono qui: infatti, dopo 8 mesi di inattività, si è rivisto in campo il capocannoniere dello scorso anno Jeremy Menez.

La lotta per la salvezza torna ad accendersi

La Sampdoria resta coinvolta nella lotta per la salvezza, infatti non approfitta del turno casalingo non andando oltre lo 0 a 0 contro l’Atalanta, e non riesce a ottenere tre punti che sarebbero stati fondamentali per la sua classifica. Con Montella in panchina, in nove partite, i blucerchiati hanno totalizzato solamente 12 punti sui 36 disponibili. Il Genoa perde 2 a 1 a San Siro offrendo una bruttissima prestazione e rimane ancorato ai suoi 25 punti. La differenza col Milan è stata ben più alta di quanto lasci intendere il risultato. Ne approfitta il Frosinone, che coglie 3 punti pesantissimi ad Empoli, sale a quota 22 e si appresta ad affrontare il finale di stagione con ancora qualche residua speranza di salvezza. Lotta che ormai coinvolge anche il Palermo. Il Torino invece si tira fuori dalla mischia espugnando il Barbera grazie ad un rotondo 3 a 1, lasciando il Palermo in balia dei propri problemi, frutto dei continui avvicendamenti in panchina: il ritorno di Iachini rappresenta addirittura il settimo cambio in appena 3 mesi!

Dr. Gianfranco Aurilio on Facebook
Dr. Gianfranco Aurilio
Dr. Gianfranco Aurilio
Laureato in Scienze Politiche
Giornalista e grande appassionato di tutto quanto concerna l'amministrazione di enti pubblici e privati.

Ambizione professionale: raccontare la realtà a 360° senza vincoli e condizionamenti

Amante del gioco del calcio in tutte le sue sfaccettature